Mikko Hypponen a proposito di Internet: “Potremmo rovinare tutto in tanti modi diversi”

Privacy, Sicurezza

E’ il Safer Internet Day, ma cosa significa? In un recente sondaggio di F-Secure, il 50% di chi ha risposto ha dichiarato di aver poca fiducia o addirittura di non averne per nulla quando si parla della propria sicurezza e privacy. Ho parlato con il Chief Research Officer di F-Secure, Mikko Hypponen, noto a livello mondiale per la sua lotta contro i virus e la difesa della rete, relativamente allo stato di Internet oggi, all’innovazione che lo ha più esaltato, e a cosa gli mancherebbe di più se tutto finisse.

Il tema del Safer Internet Day quest’anno è “Creiamo un Internet migliore insieme”. Cosa pensi dello stato di Internet?

Internet è qualcosa di meraviglioso, ma ci sono cose che stanno andando in modo sbagliato nel mondo online. Malware diffuso dai criminali informatici, governi che usano la tecnologia per spiare i loro stessi cittadini, e tutti gli altri timori per la privacy che la tecnologia crea. Abbiamo due strade che possiamo percorrere: possiamo continuare ad allontanarci dalle nostre libertà digitali, oppure possiamo agire per cercare di preservare Internet libero e aperto.

Ultimamente hai parlato di alcune delle insidie che si nascondono dietro le innovazioni di Internet (Bitcoin, Internet of Things, ecc.). Ci sono alcuni servizi o innovazioni di cui sei entusiasta, che pensi promettano bene per la creazione di un Internet migliore?

Sono un forte sostenitore del crowdsourcing. Due esempi: Wikipedia e un crowdfunding come Kickstarter. Wikipedia è la più grande raccolta di conoscenze per l’umanità. Per i ragazzi d’oggi, l’idea che un’enciclopedia possa essere scritta da sole cinque persone, come era solito accadere, è totalmente estranea. I giovani d’oggi pensano “come potresti fidarti?”

Con il crowdfunding, hai una rete di persone con un interesse di nicchia che prima non avresti mai potuto incontrare, come per esempio persone che collezionano nastri rosa. Queste persone possono mettersi insieme e finanziare qualcosa di unico di cui sono tutti appassionati. Non troveresti mai abbastanza persone in un’intera città per fare la differenza, ma in Internet queste persone possono trovarsi tra di loro e avere la forza per fare qualcosa. Io stesso ho trovato oltre 20 Kickstarters.

Hai dichiarato che sei preoccupato del fatto che potremmo non avere un Internet da passare ai nostri figli. Cosa intendevi dire? Cosa potrebbe accadere verosimilmente a Internet?

Non volevo dire che Internet cesserà di esistere. Ciò che intendevo dire è che noi abbiamo potuto godere di Internet aperto e libero, ma ci sono molti modi in cui possiamo rovinarlo. Mi dispiacerebbe se i nostri figli avessero Internet meno libero e aperto rispetto a noi a causa della nostra inerzia. Pensate a quando Internet è nato, le autorità non vi hanno posto alcuna attenzione. Oggigiorno, le autorità comprendono molto bene il suo potere ed è per questo che vogliono controllarlo, restringerlo, monitorarlo. C’è un prezzo da pagare per avere Internet aperto e libero e quel prezzo è che voi dovete difenderlo. E’ una vostra – e di tutti noi – responsabilità.

Safer Internet Day ha un forte focus sui bambini. Quali sono le tue considerazioni sui bambini online?

I bambini non pensano per nulla a Internet – semplicemente perchè non conoscono un mondo senza Internet. Parlare a loro di un mondo dove questo non è la norma è come leggere loro un libro sul diciottesimo secolo. Per loro è naturale come l’elettricità. Ma naturalmente è differente da cose come l’elettricità poiché deve essere difeso.

OK, quindi Internet non sta per crollare completamente. Ma se ciò accadesse oggi, cosa ti mancherebbe di più?

Imbattersi in qualcosa per caso. Navigare casualmente in Internet e conoscere cose di cui non avevo mai sentito parlare prima, e che non sapevo esistessero.

Con che pensiero vorresti lasciarci?

Stiamo vedendo cose che non vanno bene nel mondo online e poche persone stanno reagendo. Alcune persone dicono che non c’è nulla che si possa fare, così rinunciano a fare qualcosa. Basta abituarsi. Ma io non credo a questo. Quando vediamo cose che vanno male, dobbiamo cercare di fermarle. Non possiamo tutti diventare attivisti, ma ci sono piccole cose che tutti noi possiamo fare.

Scopri i consigli di Mikko su come possiamo agire.

Safer Internet Day infografica

 

Tratto dall’articolo “Mikko Hypponen on the Internet: “There are so many ways we could screw it up” scritto da Melissa Michael, Content Producer, F-Secure Corporate Communications

Valuta questo articolo

0 voti

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: