Quale sistema operativo è più sicuro? Quattro punti da ricordare

Sicurezza

Se hai tentato di indovinare dando una risposta, avrai quasi sicuramente sbagliato. Uno studio recente dimostra che i prodotti Apple sono in ‘alto’ quando si conteggiano le vulnerabilità, e in ‘basso’ quando si considera la sicurezza. Conteggiare solo le vulnerabilità non è un metodo molto scientifico per misurare la sicurezza e c’è un dibattito aperto su come interpretare questi dati. Ma è comunque una via per aprire gli occhi alla gente e sfatare vecchi miti.

Apple ha per lungo tempo ostinatamente negato problemi di sicurezza e il marketing della multinazionale ha fatto un ottimo lavoro nel costruire un’immagine di sicurezza. Nel frattempo Windows era il sistema più grande e quello più preso di mira dal malware. Microsoft si è data da fare e ha combattuto in prima linea contro i virus e le vulnerabilità. La sua reputazione ha sofferto, ma ha gradualmente migliorato la sicurezza e costruito un processo efficiente per applicare patch alle falle di sicurezza. Microsoft ha dimostrato ciò che è più importante nella sicurezza, la giusta attitudine. Apple non ha fatto lo stesso e uno studio recente sulle vulnerabilità mette in luce il risultato.

Ecco di seguito 4 punti per chi vuole scegliere un sistema operativo sicuro.

  • Dimentica la reputazione quando pensi alla sicurezza. Windows era considerato non sicuro e nessuno si è realmente preoccupato di attaccare i computer Apple prima che si diffondessero largamente. La vecchia credenza che Windows è insicuro mentre Apple è sicuro, oggi è solo un mito .
  • C’è del malware su quasi tutte le piattaforme più usate. Windows Phone è l’unica eccezione con praticamente ‘zero’ rischi. Windows e Android sono i sistemi più diffusi e chi produce malware si rivolge maggiormente a questi. Quindi l’esigenza di una soluzione anti-malware è naturalmente più grande su questi sistemi. Ma i cosiddetti prodotti antivirus di oggi sono in realtà suite di sicurezza più ampie. Proteggono anche contro spam e siti dannosi, solo per fare alcuni esempi. Ciò che cambia oggi è che si desidera un prodotto di sicurezza in ogni caso, anche se il sistema non è tra quelli più presi di mira dal malware.
  • Quindi, quale sistema è il più sicuro? E’ quello a cui vengono applicate patch regolarmente. Tutti i principali sistemi, Windows, OS X e Linux hanno un livello di sicurezza sufficiente per un normale uso privato. Ma possono diventare insicuri se non vengono eseguiti gli aggiornamenti di sicurezza. Ne deriva che la sicurezza non è realmente un criterio di scelta per la gente comune.
  • Dispositivi mobili, cellulari e tablet, generalmente hanno una più moderna architettura dei sistemi e un processo di distribuzione del software più sicuro. Devi usare un desktop o un laptop, o vuoi passare a un tablet? Abbandonare i grandi dispositivi vecchio-stampo è un modo per migliorare la sicurezza. Può andare bene per te?

Tutto questo per dire che puoi scegliere qualsiasi sistema operativo tu preferisca e sarà ragionevolmente sicuro. Ci sono evidentemente delle differenze, ma sono più legate a dispositivi vecchia-maniera contro dispositivi nuova-maniera. Non tanto Apple contro Microsoft o contro Linux. Ricorda anche che il tuo stesso comportamento impatta sulla sicurezza più che la scelta del dispositivo e che non sarai mai sicuro al 100%.

 

Tratto dall’articolo “Which operating system is the most secure? Four points to remember” di Mikael Albrecht, Security Specialist dei Labs di F-Secure

1 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: