Con la funzione di Parental Control proteggi i tuoi figli online

Mobile, Privacy, Sicurezza

L’associazione inglese per la protezione dell’infanzia NSPCC ha recentemente pubblicato una ricerca sulle abitudini dei bambini nella visualizzazione di contenuti pornografici sul web. I risultati sono scioccanti. Tra i bambini di 12-13 anni, uno su dieci sente di essere dipendente dalla pornografia. Tutto ciò va molto oltre l’imbattersi in contenuti inappropriati involontariamente, anche se la dipendenza può aver avuto inizio proprio così, in modo casuale.

Per affrontare con decisione la problematica, l’NSPCC ha pubblicato alcuni consigli per i genitori e un invito al governo ad educare i bambini ai pericoli della pornografia online. I forum di discussione dell’NSPCC su questo tema hanno totalizzato 18.000 visite al mese. E’ possibile consultare i consigli qui.

In realtà, non c’è una via migliore di altre per affrontare questo problema. L’approccio dipende molto dalla personalità e dalle caratteristiche del proprio figlio. Un dialogo aperto con i propri figli è importante per educarli ai pericoli del web così come usare la tecnologia per limitare i rischi.

Quindi, da una prospettiva tecnica, cosa puoi fare per proteggere i tuoi figli dalla pornografia online? La misura più semplice da adottare è attivare sistemi di Parental Control dal tuo software di sicurezza. Richiede solo due minuti, ma proteggerà i tuoi figli per anni.

Come funzionano i sistemi di Parental Control?

Le funzioni di Parental Control sono un metodo molto utile per far sì che le impostazioni di uno smartphone, un tablet o un computer consentano solo contenuti e modi di utilizzo che tu, in qualità di genitore, ritieni appropriati.

Contenuti adatti

Le funzioni di Parental Control di F-Secure danno ai genitori l’opzione di scegliere le impostazioni che sono appropriate sia per un adolescente che per un bambino più piccolo. E’ possibile agire su differenti categorie di contenuti. Per esempio, i contenuti relativi a siti di appuntamenti, giochi d’azzardo, droghe, violenza o pornografia sono bloccati per i bambini di qualunque età di default (ma tutti i contenuti possono essere sbloccati a scelta). Tuttavia, agli adolescenti non viene bloccato in automatico l’utilizzo di email e social media.

Limiti di tempo per l’utilizzo

Limitare il tempo di utilizzo di un dispositivo è una funzione molto utile per frenare la quantità di tempo che un bambino trascorre ogni giorno sulle diverse applicazioni del proprio smartphone o tablet.

Ad esempio, puoi scegliere di consentire l’accesso a Facebook solo per un’ora, e lasciare invece accesso illimitato a Wikipedia. Nella versione desktop, puoi anche impostare il tempo per i compiti, permettendo l’accesso solo a siti di interesse per lo studio durante certi momenti della giornata, quando tuo figlio dovrebbe essere impegnato nei compiti e non a dedicarsi a distrazioni online. C’è anche la possibilità di impostare il tempo totale che un bambino può passare online durante la settimana – uno strumento questo molto utile in particolare durante le vacanze.

Blocco delle chiamate

Per i cellulari, la funzione di blocco delle chiamate è utile per i genitori i cui figli sono stati oggetto di atti di bullismo. Le chiamate in entrata da determinati numeri di telefono possono essere bloccate, il che significa che chi chiama riceve il segnale di occupato e la disconessione, senza alcuna opzione per lasciare un messaggio. I numeri da bloccare possono essere aggiunti a questa blacklist dal registro delle chiamate in entrata o dalla rubrica dei contatti. I genitori possono inoltre ottenere l’accesso alla lista di chiamate bloccate che sono state ricevute.

Localizzare, bloccare e ripulire

La funzione di antifurto permette di localizzare un telefono quando viene perso – o quando un genitore vuole sapere dove si trova il proprio figlio. Naturalmente, questo dovrebbe essere un punto di discussione aperta con il proprio figlio, così che sappia dello scopo di questa funzionalità. Significa anche che in caso di furto o smarrimento, il telefono può essere bloccato e i dati rimossi da remoto, in modo che non finiscano nelle mani sbagliate.

La funzione di Parental Control di F-Secure si basa su password: questo garantisce che un bambino anche molto abile con la tecnologia non possa aggirarla. Ovviamente, la password deve essere forte per funzionare, ma questo è argomento di un altro post!

 

Articolo tradotto da “How parental controls stops online problems before they start” scritto da Becky Kiely, PR Manager di F-Secure UK & Ireland.

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: