5 impostazioni sulla privacy di LinkedIn che probabilmente non hai mai controllato

Privacy, Sicurezza

Secondo un vecchio detto, “nessuno crea una band per rimanere sconosciuto”. Allo stesso modo, nessuno si iscrive a LinkedIn per nascondersi.

Chi decide di creare un profilo sul terzo sito più popolare nel panorama dei social network, lo fa perché LinkedIn si è trasformato in una preziosa fonte di curriculum, nonché in un’opportunità continua di creare relazioni e, ultimamente, anche in una fruttuosa piattaforma editoriale.

Quello che si dovrebbe ricordare, però, è che un’incredibile quantità di dati sugli utenti e sui loro datori di lavoro rappresenta anche una comprovata e soddisfacente risorsa per il social engineering e le ricerche sulla concorrenza.

Qualunque cosa si condivida su LinkedIn è potenzialmente pubblica – un’affermazione vera per qualsiasi sito di social network, messaggio privato e persino per la posta elettronica. E ogni informazione condivisa potrebbe essere potenzialmente utilizzata per cercare di venderti qualcosa oppure per raggirarti, specialmente se il tuo indirizzo e-mail di lavoro è pubblicamente accessibile o facile da indovinare.

Lo strano connubio fra la tecnologia e la nostra irrinunciabile necessità di essere “social” può sempre metterci nei guai. Tuttavia, su LinkedIn è possibile ottenere un migliore livello di privacy e usabilità se si seguono alcuni semplici accorgimenti.

Ecco cinque dettagli da controllare immediatamente. Accedi a LinkedIn, quindi fai clic sulla tua icona nell’angolo in alto a destra per selezionare “Privacy e Impostazioni”. Ti verrà richiesto di inserire di nuovo la tua password.

Senza sicurezza non c’è privacy, quindi inizieremo con un paio di importanti impostazioni al riguardo.

  1. Metti al sicuro la tua navigazione e il tuo account. Fai clic su “Account” e, in “Impostazioni”, clicca su “Gestisci le impostazioni di sicurezza”.

Spunta la casella “Una connessione sicura sarà utilizzata quando visiti LinkedIn”.

Quindi fai clic su “Attiva” nella sezione “Processo di verifica in due passaggi per l’accesso”. Dovrai inserire il tuo numero di cellulare, ma è l’unico modo, oltre ad utilizzare una password complessa e conservata al sicuro, e il migliore per assicurarti che nessuno acceda al tuo account di LinkedIn e cominci ad agire al posto tuo. ATTENZIONE: questa impostazione fornisce a LinkedIn delle informazioni in più per inviarti pubblicità mirata, ma non è nulla se pensi alla montagna di dati personali che gli hai già regalato.

Ora fai clic su “Profilo” e spostati nella sezione “Gestione privacy” per le restanti impostazioni.

  1. Vuoi che gli altri utenti sappiano che stai guardando il loro profilo? Se sei un reclutatore, questa opzione è probabilmente importante per te. Se invece non hai interesse a collegarti con il maggior numero di persone possibili, conoscenti e non, allora questa impostazione per te è superflua. Perciò, fai clic su: “Seleziona le informazioni che gli altri vedono quando visiti il loro profilo” e quindi spunta la casella “Informazioni anonime del profilo, ad esempio settore e qualifica” oppure “Sarai completamente anonimo”. Nessuno dei profili che guarderai riceverà l’e-mail che li informa della tua visita.
  2. Disattiva la diffusione della tua attività. Ogni modifica che apporti al tuo profilo viene trasmessa a tutti i tuoi contatti, a meno che tu non dica a LinkedIn di non farlo. Le modifiche al profilo potrebbero far pensare al tuo responsabile o ai tuoi collaboratori che stai cercando un nuovo lavoro – oppure semplicemente potrebbero non interessare a nessuno. Per disattivare questa opzione, fai clic su “Attiva/disattiva la diffusione della tua attività”, quindi togli la spunta dalla casella “Informa tutti quando modifichi il tuo profilo, scrivi una segnalazione o segui un’azienda”.
  3. Nascondi i tuoi contatti. Se sei un commerciale e non vuoi che i tuoi clienti siano alla mercé di tutti oppure se non desideri che il dipendente di un’importante azienda scopra i tuoi obiettivi, prendi in considerazione l’opzione di nascondere i tuoi collegamenti.

Per farlo, fai clic su “Seleziona chi può vedere i tuoi collegamenti” quindi spunta “Solo tu”.

  1. Vuoi che gli altri utenti ti trovino tramite il tuo numero di cellulare? Ok, forse la cosa ti sembrerà un po’ paranoica, ma non avresti letto questo articolo se non ti importasse della privacy; inoltre ti abbiamo appena consigliato di dare il tuo numero di cellulare a LinkedIn. Ma riesci a trovare un buon motivo per consentire agli altri utenti di trovarti tramite il tuo numero di telefono? Nemmeno io. Tuttavia, non puoi bloccare completamente questa opzione, puoi solo limitarla.

Fai clic su “Gestisci chi può trovarti con il tuo numero di telefono ” e seleziona “Solo collegamenti di 1° grado”.

Questo è tutto. Quali altre impostazioni pensi che dovrebbero essere controllate?

[Foto di A Name Like Shields Can Make You Defensive | via Flickr]

Tratto dall’articolo “5 LinkedIn privacy settings you’ve probably never checked” scritto da Jason Sattler, Social Media Consultant di F-Secure Corporation.

Valuta questo articolo

0 voti

1 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: