6 motivi per cui l’Internet of Things è difficile da proteggere

Mobile, Privacy, Sicurezza

E’ proprio un nuovo mondo quello in cui dobbiamo preoccuparci che il nostro sistema di irrigazione non venga attaccato!

Sebbene sia ancora più facile hackerare uno smartphone o gettare un mattone attraverso una finestra per entrare nelle nostre case, la tendenza a connettere e automatizzare qualsiasi cosa presenta numerose problematiche di sicurezza che molti di noi stanno solo iniziando a prendere in considerazione.

In un post recente sul nuovo blog di F-Secure dedicato all’Internet of Things, Mika Stahlberg ha descritto brevemente le sfide che dobbiamo affrontare per mantenere le nostre ‘cose’ al sicuro:

1) La maggior parte dei dispositivi IoT sono economici e non hanno uno schermo e una testiera.

2) La semplicità d’uso, soprattutto durante il set up, è fondamentale per questo tipo di prodotti.

3) Questi dispositivi usano protocolli wireless per connettersi in casa, per ovviare alla necessità di installazioni elettriche invasive e lavori di muratura. Di conseguenza, essi stessi e i loro segnali sono raggiungibili anche al di fuori delle mura di casa.

4) Alcuni di questi dispositivi, come gli irrigatori o le lampade in veranda, sono posti fuori dalle mura domestiche e perciò è possibile accedere ad essi senza entrare nella tua casa.

5) Ci sono molti produttori e molti modi per acquistare un dispositivo IoT: non sempre arrivano con un codice segreto pre-installato o certificati in modo specifico per la tua casa.

6) Molti dispositivi intelligenti per la casa usano reti mesh dove le onde radio sono a bassa potenza e ciascun dispositivo agisce anche come una relay station, quindi i dispositivi hanno bisogno di comunicare in qualche modo con tutti gli altri dispositivi nella rete.

Se vuoi sapere come stare un passo avanti, a questo link trovi 3 consigli per rendere la tua “smart home” più sicura.

[Immagine di Maurizio Pesce | Flickr]

Tratto all’articolo “6 reasons the Internet of Things is difficult to secure” di Jason Sattler, Social Media Consultant di F-Secure Corporation.

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: