Stai invitando degli hacker nella stanza di tuo figlio?

Mobile, Privacy, Sicurezza

Immagina di invitare migliaia di sconosciuti nella tua casa per guardare dormire tuo figlio.

Questo è ciò che in sostanza è accaduto a quei genitori che hanno acquistato i baby monitor connessi a Internet di dell’azienda Foscam, scoprendo in modo terribile di non aver preso nella giusta considerazione la questione della privacy.

Una coppia in Rochester, Minnesota, ha notato che qualcosa non stava andando nel verso giusto quando hanno sentito il loro baby monitor che trasmetteva musica durante la notte. Hanno scoperto che l’origine di quel suono portava a un indirizzo IP ad Amsterdam. E hanno anche scoperto qualcosa di terrificante — migliaia di immagini di interni delle case.

“Ci sono almeno 15 Paesi elencati e non si tratta solo di asili – si tratta dei soggiorni, delle camere da letto e delle cucine della gente comune,” ha spiegato la mamma a un’emittente locale KTTC. “Tutti gli spazi che la gente considera sacri e privati nella propria casa sono stati violati.”

Mettere in luce l’insicurezza dei monitor della Foscam è poi diventato una sorta di gioco per alcuni hacker.

“Questo è un pannolino davvero sporco”, ha detto un hacker a una coppia in Houston, Texas, prima di offrire qualche consiglio su come aggiornare la password del monitor.

“Si tratta di un buon consiglio”, spiega Mika Stahlberg, Director of Strategic Threat Research di F-Secure. Ma può non essere sufficiente date le potenziali vulnerabilità nel dispositivo che potrebbero permettere a degli hacker di ottenere la password attraverso il server.

“A peggiorare le cose, Foscam permette per un semplice utilizzo di UPnP di aprire il suo web server in Internet così che i genitori possano usarlo anche quando non sono a casa” ha spiegato Mikka.

Foscam offre suggerimenti su come rendere sicuro il suo monitor, sottolineando che “Tutti i dispositivi connessi a Internet corrono il rischio di essere attaccati.”

Questo è vero, ma i dispositivi IoT, e specialmente i baby monitor, sono particolarmente soggetti ad essere attaccati molto semplicemente dagli hacker per almeno 7 ragioni.

Un recente studio dell’azienda di sicurezza Rapid7 ha rilevato che 9 su 10 dei brand più noti di monitor connessi a Internet sono vulnerabili ad attacchi informatici.

Dal momento che la maggior parte dei genitori non conosce le regole basilari della sicurezza come mantenere il firmware aggiornato e cambiare le password che vengono fornite di default, questo in realtà è molto probabile — anche se il design di questi dispositivi risponde ai requisiti basilari di sicurezza.

La lezione? Se è ‘smart’ è attaccabile. E se ha una telecamera, qualcuno può voler vedere attraverso di essa – anche se si tratta solamente della cameretta di tuo figlio.

[Immagine di Abigail Batchelder | via Flickr]

Articolo tratto da “Are you inviting hackers in your baby’s room?” di Jason Sattler, Social Media Consultant di F-Secure Corporation

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: