3 vittorie per l’Internet of Things

Mobile, Privacy, Sicurezza

E’ facile essere pessimisti su come l’Internet of Things (IoT) potrebbe cambiare il mondo. Alcune persone potrebbero considerarlo come una trovata per vendere nuovi televisori o altri dispositivi. Altre potrebbero dire che è qualcosa di più di ciò che c’era già, o solo un mucchio di nuovi dispositivi mobili in arrivo. Molti sono preoccupate su quanto questi dispositivi siano sicuri, o se inaugureranno un mondo in stile “grande fratello” dove la privacy è solo un ricordo del passato.

Ma molte persone e aziende stanno imparando a considerare e a usare le nuove tecnologie connesse a Internet in modi estremamente positivi. Ecco qualche esempio di come i dispositivi IoT stiano migliorando la vita della gente in tutto il mondo.

Tenere d’occhio le tue cose mentre sei lontano.

La sorveglianza non è una cattiva cosa se non viola la privacy e lo spazio personale delle persone. Ed è esattamente quello che un australiano ha imparato nel momento in cui è stato in grado di usare vari dispositivi intelligenti per evitare che la sua casa fosse distrutta da un incendio.

Il professore Simon Maddocks dell’Università Charles Darwin è stato in grado di individuare un incendio usando le sue videocamere di sicurezza connesse a Internet e uno smartphone. Quando ha visto che il fuoco stava avvicinandosi alla sua casa, ha usato il suo smartphone per attivare il suo sistema di irrigazione.

Sfortunatamente, non è riuscito a salvare le sue coltivazioni. Ma il suo bestiame e la sua casa sono sopravvissuti al fuoco, con buona fortuna rispetto ad alcuni dei suoi vicini a cui è andata meno bene.

Casi come questo dimostrano che i dispositivi connessi a Internet possono aiutare a proteggere le persone. Se il Professor Maddocks non fosse stato in grado di monitorare la sua casa non avrebbe potuto comprendere l’immediatezza della minaccia che si stava avvicinando – capacità che Mika Stahlberg, F-Secure Director of Strategic Threat Research, ha definito come potenziali killer application per smart home.

E riuscire ad attivare il suo sistema di irrigazione per salvare la sua proprietà sarebbe stato molto più difficile se non avesse potuto farlo da remoto.

La condivisione di informazioni diventa semplice.

Molti dispositivi IoT popolari vengono sviluppati per un utilizzo nelle smart home. Ma pensare che i dispositivi IoT siano limitati a portare innovazione nelle case è del tutto sbagliato. Gli ‘indossabili’ o ‘wearables’ sono una categoria piuttosto grande tra i dispositivi IoT, e vi figurano prodotti noti come l’Apple Watch e FitBit.

Un progetto recente, chiamato Wearables for Good, è stato creato con l’intento di incoraggiare le aziende a sviluppare wearables che possano rispondere alle esigenze della gente sia in paesi sviluppati che in via di sviluppo. Il progetto consisteva in una competizione che avrebbe premiato due progetti con premi in denaro e con il supporto per il lancio sul mercato dei prodotti. Uno dei vincitori è stato Khushi Baby – una collana (wearable) progettata per archiviare i dati di immunizzazione e rendere così la gestione delle vaccinazioni sul campo più semplice per gli operatori della sanità. La collana può archiviare i dati medici e poi condividerli con dispositivi mobili attraverso trasmettitori NFC. Rendere queste informazioni più accessibili a chi è responsabile della somministrazione di vaccini aiuterà a prendere decisioni informate mentre sono sul campo, e a vaccinare un grande numero di persone più facilmente e in maggiore sicurezza.

I progettisti dietro Khushi Baby stanno attualmente usando il prodotto nel Nord dell’India per evitare incidenti mortali a causa di malattie prevenibili con i vaccini.

Monitorare la salute delle persone care.

Oggi abbiamo accesso a tecnologie che possono aiutarci a tenere traccia delle nostre attività quotidiane, e ad apportare miglioramenti come fare più esercizio, monitorare le abitudini del sonno, ecc. E se questo è un grande mezzo per far sì che le persone stiano più attente alla propria salute, molti produttori stanno ora iniziando a focalizzarsi su come usare queste tecnologie per monitorare quelle persone che hanno difficoltà nel restare in salute senza un piccolo aiuto da parte di qualcuno.

Per esempio, un’azienda con sede a Boston ha sviluppato un “baby monitor indossabile” che permette ai genitori di monitorare il respiro del proprio bambino, il battito cardiaco, i movimenti, ecc. Questi dati forniscono un panorama più completo dello stato di salute dei loro bambini così che possano prendersi cura dei neonati in modo migliore.

Un’altra azienda ha sviluppato una serie di monitor delle attività che possono essere collocati in varie zone della casa per aiutare a tenere sott’occhio persone anziane che vivono da sole. Questi monitor possono essere collocati in casa e permettono di monitorare le attività che queste persone anziane compiono durante il giorno e rendere poi questi dati accessibili online.

Va detto che queste tecnologie di monitoraggio nelle case consentono di raccogliere, archiviare e scambiare un gran numero di dati – dati che possono essere facilmente utilizzati da hacker e criminali. E’ stato dimostrato che ad esempio i baby monitor connessi a Internet rappresentano un serio rischio di violazione.

Quindi, ognuno di noi ha un motivo per essere davvero entusiasta dei nuovi dispositivi IoT, ma non scordiamoci di mettere in campo misure per rendere sicuri i nostri nuovi dispositivi intelligenti e i dati che questi raccolgono e condividono online.

[Image di Al404 | Flickr]

Articolo tratto da “3 Wins for the Internet of Things” di Adam Pilkey, Content Editor Corporate Communications F-Secure Corporation

Valuta questo articolo

0 voti

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: