Digital Parenting: cosa fare e cosa evitare per la sicurezza di tuo figlio

Mobile, Privacy, Sicurezza

Essere genitori significa proteggere i figli, ma anche aiutarli a crescere e a diventare responsabili, indipendenti, adulti. Ma come possono i genitori trovare il giusto equilibrio tra proteggere i propri figli e lasciare che si comportino in modo autonomo?

Questa dicotomia risulta ancora più evidente quando si parla di dispositivi e di servizi online.

In un recente articolo apparso su The Atlantic, la ricercatrice Alexandra Samuel ha individuato 3 categorie di approccio al digital parenting, basandosi su una ricerca relativa a come i genitori regolamentano il comportamento online dei loro bambini.

Samuel ha classificato tutti quelli che hanno risposto in 3 categorie:

  • digital enablers – pongono pochissime restrizioni su come i bambini usano i dispositivi;
  • digital limiters – cercano in modo attivo di limitare l’uso dei dispositivi da parte dei bambini;
  • digital mentors – tentano attivamente di partecipare a come i loro figli usano i dispositivi.

Secondo Samuel, il digital mentoring tende ad essere il modo più efficace per insegnare ai figli come usare Internet in modo sano e responsabile. Samuel dice anche che il digital mentoring è il miglior modo per evitare alcuni dei problemi prodotti da altri approcci. Per esempio, Samuel ha scoperto che i figli dei digital limiters erano 3 volte più propensi a impersonare un compagno di classe, un collega o un adulto rispetto ai bambini cresciuti da genitori digital mentors.

Cose da fare e da evitare nel Digital Mentoring

Digital mentoring è fondamentalmente un approccio allineato con molti dei consigli sul digital parenting che F-Secure fornisce, dal momento che cerca di offrire ai genitori una guida per proteggere i figli, rispettare i loro confini, e incoraggiarli a diventare degli adulti che sanno come comportarsi online, in modo sano e responsabile. Il giorno del Safer Internet Day, F-Secure ha suggerito di parlare con i propri figli per capire come usano la tecnologia e che cosa amano fare online.

Parlare ai propri figli su ciò che fanno online è una parte molto importante del digital mentoring. Ma devi anche avere dei confini – non solo per rispettare il diritto alla privacy di tuo figlio, ma anche perché essere un genitore digitale in versione ‘chioccia’ non è la via migliore per aiutare tuo figlio a sviluppare abitudini sane online.

Quindi, se vuoi essere un digital mentor per tuo figlio, ecco alcune cose che puoi fare, ed altre che devi evitare.

  1. Aiuta tuo figlio ad usare le tecnologie in modo responsabile. Mostragli come scegliere password forti e consigliagli un password manager. Quando ha l’età giusta per iniziare a usare i social media, mostragli come usare le impostazioni degli account per evitare che esponga informazioni che vuole mantenere private. E anche se tuo figlio inizierà a usare una nuova tecnologia senza la tua supervisione, almeno saprà come farlo in modo sicuro senza affidarsi solo a un veloce tutorial online.

“I tutorial online prodotti dai fornitori di servizi sono tipicamente pensati per far sì che le persone inizino ad usare il servizio nel più breve tempo possibile – non con la massima sicurezza possibile. I bambini faranno affidamento su queste informazioni se non conoscono di meglio, quindi abituare i bambini a trarre vantaggio da soli dalle impostazioni sulla privacy può evitare che espongano ogni genere di informazione online,” spiega Sean Sullivan, F-Secure Security Advisor.

Non dare per scontato che i bambini comprendano realmente la tecnologia solo perché sanno usarla.

  1. Dai tu l’esempio. Il buonsenso comune ci dice che bambini e adolescenti hanno bisogno di regole differenti. Ma come puoi fare in modo che queste regole vengano seguite? Gli adulti non dovrebbero pensare alle regole da dare a se stessi, ma molti di noi hanno purtroppo già adottato cattive abitudini online (come usare password terribili o passare troppo tempo fissando i propri telefoni). Se le tue cattive abitudini possono sembrare innocue, in realtà rappresentano un esempio negativo per i tuoi figli.

“I bambini guardano ai propri genitori per avere un esempio, una guida, ma ciò non significa che lo chiederanno,” spiega Sean. “Se i genitori non vogliono che i loro figli diventino dipendenti da Internet, devono essi stessi posare i loro telefoni e allontanarsi dai loro notebook. Se i genitori vogliono che i propri figli stiano all’aria aperta, devono passare loro stessi del tempo all’aperto. Non limitarti a dire a tuo figlio che deve seguire le regole – dimostra che le regole funzionano facendo uno sforzo per seguirle tu stesso.”

Non usare i dispositivi come un ‘ciuccio’ – sono strumenti, non baby sitter o sostituti di altre cose di cui i figli hanno bisogno.

  1. Le regole dei genitori sul comportamento offline dovrebbero applicarsi anche al comportamento online. Puoi così insistere sul fatto che Internet abbia cambiato il mondo, ma gran parte delle regole che hai ricevuto dai tuoi genitori sono applicabili ancora oggi. La maggior parte dei genitori insegna ai figli a non fare i bulli, quindi insegna a tuo figlio che non dovrebbe usare Internet per fare cyber bullismo. Insegna a tuo figlio a non parlare con gli sconosciuti, sia nella vita reale che su Internet. Non lasceresti che tuo figlio visiti un posto pericoloso senza essere accompagnato, quindi non lasciare che visiti siti o usi servizi online che potrebbero esporlo a minacce (funzionalità di sicurezza come ‘protezione della navigazione’ e ‘parental control’ sono strumenti che possono aiutarti in questo).

“Molte delle minacce che bambini e adulti affrontano online sono di tipo ‘social’, il che fa comprendere come Internet abbia molti degli stessi problemi della vita offline,” sottolinea Sean. “Il crimine, per esempio, esiste sia online che offline, quindi insegna a tuo figlio a starne alla larga in entrambi i posti.”

Non credere che le vite online e offline di tuo figlio siano completamente separate. Tuo figlio sta crescendo in un mondo connesso, quindi insegnagli a vivere in questa dimensione.

E ricorda… devi comunque essere vicino a tuo figlio per proteggerlo e insegnargli a comportarsi in modo responsabile: fai in modo di esserci sempre quando ha più bisogno di te.

Leggi anche “Le regole della casa”

 

Articolo tratto da Internet Safety for Kids – Digital Parenting Do’s and Don’ts” di Adam Pilkey, Content Editor Corporate Communications F-Secure Corporation.

 

 

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: