Pagare o no per la sicurezza? Ecco cosa devi sapere

Sicurezza

E’ sempre bello ottenere qualcosa gratuitamente. Non è vero? Nella rete ci sono tanti software gratuiti. Ma ciò che appare essere qualcosa di gratuito può nascondere un prezzo salato.

Per molto tempo in Internet non esistevano modelli di pagamento e quindi ogni cosa sul web era veramente gratuita. Questo andava bene nella rete alla sua origine, quando era uno strumento accademico e terreno di gioco per gli “entusiasti”. La nostra Internet oggi è totalmente differente e, in larga misura, guidata dal business.

La convinzione che in rete si possa avere qualsiasi cosa gratuitamente è fortemente radicata. Gli utenti sono abituati a ottenere materiale senza dover pagare e anzi sono riluttanti nell’utilizzare forme di pagamento online per paura delle frodi. Tutto ciò ha creato molti nuovi modelli di business basati su prodotti e servizi offerti gratuitamente. Uno degli skill più importanti per i cyber-cittadini di oggi è saper riconoscere questi modelli di business e comprendere i rischi nascosti e cosa viene chiesto in cambio.

La sicurezza è una di quelle aree che ha un grande mercato nel software gratuito, quindi come si fa a sapere cosa è veramente affidabile? Prima di abboccare all’esca, dovresti sempre chiederti: perché questo mi viene offerto gratuitamente? Questa è la domanda chiave perché le motivazioni dei vendor spiegano se il prodotto o servizio è sicuro da usare.

Per prima cosa, cercate informazioni su chi ha realizzato il prodotto e perché. Poi, cercate di inserirlo in una delle categorie elencate qui sotto. Così sarà molto più facile fare un’ipotesi su quanto sia sicuro.

Truffe e malware

Malware e truffe sono spesso mascherati dietro offerte gratuite. Si è visto malware essere classificato come software di sicurezza gratuito ma che, una volta installato, infetta il dispositivo. Questa è l’antitesi della sicurezza! Allo stesso modo, si è anche visto software di sicurezza gratuito che, sebbene non malevolo, non fa nulla per respingere gli attacchi online. In Internet, tutti possono dire di essere qualsiasi cosa. Anche il software può dire di proteggerti ma non bisogna prenderlo in parola.

Un buon consiglio è verificare il sito www.AVTest.org cercando vendor di sicurezza che siano stati testati in modo indipendente. F-Secure ha vinto numerose volte il premio “Best Protection” di AV-Test ed è stata anche premiata come “Best Security” dall’Associazione degli Internet Service Provider.

Pubblicità finanziate

E’ un modo molto comune per fornirti prodotti o servizi gratis. Ti appaiono delle pubblicità e il vendor ne ottiene in cambio soldi dai pubblicitari. Stai attento con i software che prevedono pubblicità sui dispositivi che stanno usando i tuoi figli. Non hai controllo su queste pubblicità e spesso i loro contenuti non sono adatti ai bambini. Si tratta comunque per lo più di software legittimi se non consideri le pubblicità troppo invasive.

Profilazione dell’utente

“Se non stai pagando per il prodotto, significa che il prodotto sei tu.” Questo significa portare la consapevolezza sulla pubblicità a un livello superiore. I colossi dei Big Data come Facebook e Google offrono i loro servizi gratuitamente, ma in cambio creano profili completi dei loro utenti e li utilizzano per scopi di marketing. Si tratta di un problema di privacy poiché tu non hai il controllo su quali dati collezionano, e su come li usano (o abusano). Questi dati includono anche la tua cronologia di ricerche sul web che racconta molto di te.

Upselling o fee di servizio

Molti vendor di sicurezza forniscono gratuitamente un prodotto o servizio di base, e se vuoi più funzionalità o livelli di protezione allora devi pagare. Devi anche pagare se vuoi un upgrade o del supporto. Se non sei avvezzo alla tecnologia, questa potrebbe non essere l’opzione migliore per te. Piuttosto, un pacchetto di sicurezza completo che protegga tutti i tuoi dispositivi, garantendoti tranquillità, è l’opzione preferibile per la maggior parte delle persone.

Ecco una lista di cose da verificare per coloro che stanno pensando di usare un prodotto o servizio gratuito:

  1. Scopri chi l’ha creato. Verifica se il vendor dichiara apertamente perché il prodotto è gratis.
  2. Controlla se il vendor offre alternative a pagamento rispetto alla versione gratuita e verifica in cosa differiscono.
  3. Il vendor è affidabile? Non dovresti usare software da fonti sconosciute, anche se sono gratuite.
  4. Infine, considera se l’offerta gratuita è proprio ciò che vuoi. Qualche volta, è una grande alternativa a prodotti costosi, qualche altra volta paghi un prezzo nascosto elevato solo per risparmiare un paio di euro. E altre volte ancora, le alternative gratuite non sono all’altezza del compito che dovrebbero svolgere ed è sicuramente meglio optare per una soluzione professionale.

Ricorda sempre di valutare se risparmiare un paio di euro è la soluzione più intelligente.

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: