3 motivi per cui la protezione endpoint è ancora importante

cybersecurity, Sicurezza, Suggerimenti

“La protezione endpoint è morta.”

Suona di cattivo augurio, vero? Ecco alcune altre battute che potresti incontrare mentre scorri gli ultimi titoli sulla sicurezza.

“Il panorama delle minacce si è completamente trasformato”.

“L’antivirus è inutile contro le minacce informatiche moderne”.

Una volta protagonista della cyber security aziendale, la protezione endpooint adesso è decisamente andata fuori moda. E molte aziende si stanno guardando le spalle – non siamo più sicuri? La prossima grande epidemia ransomware o forma di malware sarà la fine del nostro business?

Ci sono buone e cattive notizie. Iniziamo dal pugno allo stomaco.

Alcune delle affermazioni sopra sono vere – potresti anche averci sentito sostenerle. Il panorama delle minacce in effetti è cambiato. Gli attaccanti sono davvero meglio equipaggiati e più pericolosi che mai. Non puoi basarti solo sulla protezione endpoint e sui firewall per proteggere la tua azienda.

Ahia. Okay, respira.

Non importa quello che si dice, la protezione endpoint non è morta. Non c’è bisogno di disfarti del tuo software, assumere a tempo pieno 100 professionisti di sicurezza e iniziare ad acquistare gli ultimi miracolosi prodotti della Silicon Valley.

Infatti, le buone soluzioni endpoint ti proteggono ancora da circa il 99,99% delle minacce là fuori.

Investi in un solo prodotto. Boom. Hai effettivamente vaccinato la tua azienda contro la maggioranza degli elementi malevoli dilaganti su internet a livello mondiale.

Questo è conveniente.

Come funziona? Ecco 3 motivi per cui il tuo pacchetto di protezione endpoint è ancora in vita e spacca.

f_secure_endpoint_security

  1. Fai a pezzi gli attacchi di massa

Gli attacchi di massa comprendono la maggior parte delle minacce totali che i nostri sensori rilevano ogni giorno. Malware, ransomware, email spam, exploit comuni – la lista è lunga.

Non fare errori – questa roba è davvero cattiva. Abbiamo visto come può causare seri danni. Ma non c’è partita per un software EPP adeguato.

Il tuo pacchetto endpoint è come un ben oliato tagliaerba contro i fili d’erba asciutti. Non c’è lotta, nessuna emozione – li strapperà e li farà semplicemente a pezzi, freddo come il ghiaccio.

Il software statico appartiene al passato. Una buona protezione endpoint è smart, agile e instancabile – e si mantiene tale grazie a continui aggiornamenti, algoritmi di machine learning all’avanguardia e la più recente threat intelligence. Tutti termini di moda, è vero. Ma in questo caso sono veri.

  1. Proteggi tutte le vie d’attacco

I telefoni e i tablet sono parte dell’equipaggiamento standard per molte aziende, e per un buon motivo. La flessibilità sul posto di lavoro va bene per la produttività, ma significa anche che controllare quali device, applicazioni e programmi vengono utilizzati all’interno della tua azienda può diventare un vero e proprio incubo.

Qualcuno ha bisogno di utilizzare un Mac per lavorare su un’attività specifica – qualcun altro risponde alle email e effettua l’accesso ai servizi cloud dal suo telefono mobile.

Più dinamico? Abbastanza.

Pericoloso? Quasi sicuramente.

Non ti preoccupare. Una piattaforma completa di protezione endpoint si prenderà cura di tutto ciò. I computer Windows, Mac, dispositivi Android e iOS, server – ti coprirà su tutti i fronti.

Con una feature di application control, puoi limitare l’esecuzione di software non autorizzato sull’intera flotta di dispositivi. Il patch management manterrà aggiornate le tue applicazioni, mentre la password protection rende il login ai servizi semplice e sicuro.

Piuttosto completo, soprattutto per un singolo pacchetto.

Con uno standard di protezione affidabile, su tutti i tuoi endpoint, puoi focalizzarti sul tuo business anzichè destreggiarti tra decine di problemi di sicurezza differenti ogni giorno. Questo è utile.

f_secure_endpoint_protection

  1. Focalizzati su quello che conta

Elimina gli attacchi di massa. Proteggi tutti i tuoi device. Fatto, giusto?

È qui che comincia la sfida. Gli attacchi avanzati e mirati stanno crescendo in termini di sofisticazione e volume ogni mese. È sempre più probabile che tu debba scontrarti con un aggressore molto preparato e motivato, a prescindere dalla dimensione e dal settore della tua azienda.

Equifax, Deloitte, Uber – insieme ad un elevato numero di piccole aziende. Le violazioni accadono ovunque.

Se – e quando – questi tipi di minacce diventano d’interesse per la tua organizzazione, è il momento di dare uno sguardo alle diverse soluzioni di detection & response e vulnerability management che puoi impiegare per incrementare il livello della tua sicurezza.

Quindi, dove entra in gioco la protezione endpoint? Anche se non può prevenire tutti gli attacchi avanzati, l’EPP riveste ancora un ruolo fondamentale nel mantenere un buon livello di sicurezza all’interno della tua organizzazione.

È simile alla medicina. È molto più semplice focalizzarsi sull’identificazione, isolamento e trattamento di un grave punto di infezione quando l’intero organismo non è infiammato da una serie di altri elementi malevoli.

Continuando l’analogia: quando il tuo sistema immunitario è così compromesso che tutti i virus comuni possono infilarsi e creare scompiglio, abbiamo un problema. È qui che perdi il paziente.

Pensala allo stesso modo per i nostri consulenti di cyber security: meglio essere il dottore che il medico legale.

 

Articolo tratto da “3 reasons why endpoint still matters”, di Joel Hiltunen, Content Marketing Specialist, F-Secure Corporation

0 Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Potrebbe anche interessarti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: